Progettazione molecolare

Studio del meccanismo d'azione di composti lead e progettazione di nuovi potenziali farmaci attraverso l'applicazione di tecniche computazionali (ab-initio e semi-empirici, docking molecolare, virtual screening e dinamica molecolare) e/o chimico fisici (NMR, calorimetria, SPR).


Gruppi di ricerca

  • MedChem
Progettazione mediante metodi computazionali e/o chimico fisici di nuovi composti attivi su target biologici coinvolti in patologie tumorali e neurodegenerative.
 
  • Drug Discovery Laboratory
Il "Drug Discovery Laboratory" applica tecniche di simulazione molecolare alla identificazione di molecole di interesse terapeutico e alla interpretazione delle loro interazioni con i rispettivi bersagli. In questo gruppo di ricerca si utilizzano diversi approcci bioinformatici e computazionali che permettono la costruzione e l'uso di modelli di molecole e complessi molecolari di grandezza variabile, dalle molecole organiche di piccole dimensioni a complessi proteici completamente solvatati. Oltre alle tecniche di modellistica molecolar di base (basate sia sulla meccanica molecolare che sulla chimica quantistica), vengono impiegate procedure specificamente dirette alla progettazione o alla identificazione di molecole candidate ad uno sviluppo farmaceutico, quali la costruzione di farmacofori, il docking molecolare e lo screening virtuale. Le ricerche nel gruppo si svolgono in vari campi terapeutici, quali il cancro, l'infiammazione, il diabete e le malattie rare (Atassia di Friedreich).
 
Componenti:
 
Sito web: Drug Discovery Lab
  • NeaCADD
NeaCADD è attivo nel campo delle tecniche computazionali finalizzate alla progettazione di nuovi farmaci. In particolare, questo gruppo è specializzato nella razionalizzazione del meccanismo d'azione dei farmaci a livello molecolare e la sua attività di ricerca è particolarmente focalizzata su: i) come un farmaco possa influenzare le funzioni delle proteine interferendo con la loro conformazione e/o con le interazioni proteina-proteina; ii) il ruolo della metallo-biologia nelle patologie e nel meccanismo d'azione dei farmaci; iii) i composti naturali come lead-compound per la progettazione di nuovi farmaci. Gli attuali ambiti d'interesse riguardano la resistenza ai chemioterapici nella terapia antitumorale e la ricerca di nuovi farmaci antimalarici (il gruppo rappresenta la Federico II nell'ambito del Centro Interuniversitario per la Ricerca sulla Malaria, CIRM).
 
Componenti:
 
Sito web: NeaCADD